Ornina è un’azienda giovane, naturale, dinamica e biodinamica.

Per noi è casa, non è solamente un’azienda; il luogo dove quotidianamente viviamo i momenti più belli ed edificanti ma anche quelli più problematici e concitati, quelli che ti fanno rimanere col fiato sospeso, perché si sa, vivere in campagna e la campagna è bellissimo, ma poche sono le cose scontate. Viviamo i ritmi della natura e a lei ci rimettiamo ogni giorno affinché a settembre ci regali il più bel frutto della vite, che per noi è vita.

Il nostro progetto nasce quasi per scommessa nel 2008, riprendendo in mano la fattoria storica della famiglia, attiva fino agli anni ’50 , dove Orazio, il babbo di Marco, nel 1973 ripiantò due ettari di vigna coltivata con vitigni toscani, per lo più sangiovese, canaiolo e trebbiano e malvasia.

Da quella prima vendemmia, ci siamo accorti che forse il vino in Casentino poteva essere una scommessa vincente.

Dà qui è nata anche l’esigenza di avere la massima cura per questa terra così generosa, intraprendendo la strada della biodinamica in vigna e del metodo naturale in cantina. La nostra idea era precisa: portare in cantina il miglior frutto di una terra sana e lavorarla nel massimo rispetto della sua espressività, cosicché in ogni bicchiere del nostro vino fosse possibile assaporare un po’ di Casentino.